In questa sezione si trova un elenco diviso per categorie dove vengono rese disponibili notizie ed informazioni relative alle diverse forme associative che operano sul territorio nel settore dei servizi socio-assistenziali.

Cerca tra le Cooperative

Servizi Sociali: avviso pubblico per interventi in favore di persone con disabilità gravissima

Il Distretto Socio-Sanitario RM 6.2, di cui il Comune di Albano Laziale è capofila, ha pubblicato un avviso pubblico per l’erogazione di “Interventi in favore di persone con disabilità gravissima”. Possono presentare domanda i cittadini residenti nei 6 Comuni afferenti al Distretto (Albano Laziale, Castel Gandolfo, Genzano di Roma, Lanuvio e Nemi). Sono previste diverse possibilità per accedere a contributi economici di sostegno alla domiciliarità: - assegno di cura con sostegno di natura economica volto a compensare, totalmente o parzialmente, le spese per prestazioni assistenziali domiciliari. L’importo base è di 800 euro mensili e, nei limiti delle risorse disponibili, potrà essere graduato fino ad un massimo di 1.200 euro con durata annuale ed erogazione con cadenza bimestrale; - contributo di cura con il riconoscimento ed il supporto alla figura del caregiver familiare, quale componente della rete di assistenza alla persona. In questo caso il contributo è di 700 euro ed è corrisposto per la durata annuale dell’intervento. Le istanze di accesso agli interventi devono essere presentate negli orari di apertura al pubblico del Comune di residenza entro il 5 febbraio 2018. Il Consigliere Comunale, Gabriele Sepio, ha commentato: «Proseguiamo sulla strada delle politiche a sostegno delle famiglie e del territorio. Si tratta di un'azione rivolta a persone in condizione di disabilità gravissima, come SLA, Alzheimer e altre patologie che hanno un fabbisogno assistenziale permanente, 24 ore al giorno, sette giorni su sette. La novità dell'azione sta nel fatto che la persona viene assistita presso il proprio ambiente familiare, con il sostegno di un operatore qualificato. È un intervento anche a sostegno dei familiari nelle attività di cura – ha concluso Gabriele Sepio - In alternativa, per chi lo preferisce, è previsto l'utilizzo del servizio di “caregiver”, familiare o di vicinato. Si tratta quindi di un pacchetto di servizi alla persona che prefigura un modello di welfare locale e di assistenza innovativo, fondato su politiche di prossimità che rafforzano le reti delle comunità territoriali». Sull’argomento è intervento anche il Sindaco Nicola Marini: «Siamo di fronte a forme innovative di sostegno e di welfare sociale. Si da modo alle famiglie di prendersi cura della persona con disabilità gravissima  attraverso forme di assistenza che favoriscono l’autonomia e la permanenza nel proprio ambito familiare, con evidenti vantaggi in termini di umanizzazione dei trattamenti sanitari».

Avviso Pubblico

News Venerdì, 19 Gennaio 2018 09:57

Servizi Sociali: avviso pubblico per interventi in favore di persone con disabilità gravissima

Il Distretto Socio-Sanitario RM 6.2, di cui il Comune di Albano Laziale è capofila, ha pubblicato un avviso pubblico per l’erogazione di “Interventi in favore di persone con disabilità gravissima”. Possono presentare domanda i cittadini residenti nei 6 Comuni afferenti al Distretto (Albano Laziale, Castel Gandolfo, Genzano di Roma, Lanuvio e Nemi). Sono previste diverse possibilità per accedere a contributi economici di sostegno alla domiciliarità: - assegno di cura con sostegno di natura economica volto a compensare, totalmente o parzialmente, le spese per prestazioni assistenziali domiciliari. L’importo base è di 800 euro mensili e, nei limiti delle risorse disponibili, potrà essere graduato fino ad un massimo di 1.200 euro con durata annuale ed erogazione con cadenza bimestrale; - contributo di cura con il riconoscimento ed il supporto alla figura del caregiver familiare, quale componente della rete di assistenza alla persona. In questo caso il contributo è di 700 euro ed è corrisposto per la durata annuale dell’intervento. Le istanze di accesso agli interventi devono essere presentate negli orari di apertura al pubblico del Comune di residenza entro il 5 febbraio 2018. Il Consigliere Comunale, Gabriele Sepio, ha commentato: «Proseguiamo sulla strada delle politiche a sostegno delle famiglie e del territorio. Si tratta di un'azione rivolta a persone in condizione di disabilità gravissima, come SLA, Alzheimer e altre patologie che hanno un fabbisogno assistenziale permanente, 24 ore al giorno, sette giorni su sette. La novità dell'azione sta nel fatto che la persona viene assistita presso il proprio ambiente familiare, con il sostegno di un operatore qualificato. È un intervento anche a sostegno dei familiari nelle attività di cura – ha concluso Gabriele Sepio - In alternativa, per chi lo preferisce, è previsto l'utilizzo del servizio di “caregiver”, familiare o di vicinato. Si tratta quindi di un pacchetto di servizi alla persona che prefigura un modello di welfare locale e di assistenza innovativo, fondato su politiche di prossimità che rafforzano le reti delle comunità territoriali». Sull’argomento è intervento anche il Sindaco Nicola Marini: «Siamo di fronte a forme innovative di sostegno e di welfare sociale. Si da modo alle famiglie di prendersi cura della persona con disabilità gravissima  attraverso forme di assistenza che favoriscono l’autonomia e la permanenza nel proprio ambito familiare, con evidenti vantaggi in termini di umanizzazione dei trattamenti sanitari».

Seminario di approfondimento "Dopo di Noi"

News Venerdì, 10 Novembre 2017 13:33

Il giorno 16 novembre alle ore 15, presso la sala consiliare del Comune di Albano Laziale, si terrà un importantissimo seminario di approfondimento dal titolo "Linee operative sulla legge “Dopo di Noi” - Applicazione e strumenti per l’inclusione sociale delle persone con bisogni speciali".

Durante l'evento verranno presentate le linee guida operative scritte dalla Regione Lazio per l'attuazione della legge 122/2016 conosciuta come "DOPO di NOI"

In allegato troverete i materiali informativi dell'evento.

CENTRO PIA MARTA

Enti Ecclesiastici Lunedì, 20 Giugno 2016 08:20

MINORI – PERSONE CON DISABILITA' – ANZIANI – FAMIGLIE CON DISAGIO SOCIO/ECONOMICO – PERSONE CON DIPENDENZE PATOLOGICHE – IMMIGRATI/STRANIERI - DONNE VITTIME DI VIOLENZA